Società Editrice Il Cammello
Piazza del Monastero 8
10146 Torino, Italia
P.I. 10205460016
 

COMUNICATO STAMPA 04-2012


Torino, 28 ottobre 2012.


Un weekend di grandi soddisfazioni per la Società Editrice Il Cammello.


L'importante fiera “Auto e Moto d'Epoca” di Padova è stata la vetrina per la premiazione di due autori della nostra casa editrice, che hanno ricevuto un riconoscimento per il proprio lavoro nella ricerca e nella letteratura automobilistica.


Il dott. Edoardo Ferrero – autore con la Società Editrice Il Cammello del libro “Fiat 130, una protagonista italiana” – ha si è aggiudicato il premio “Io l'amo” per aver scritto un racconto breve dedicato alle auto storiche. Inutile dirlo, la sua smisurata passione per l'ammiraglia torinese è stato l'ingrediente vincente.


L'arch. Alessandro Sannia – fra i fondatori della Società Editrice Il Cammello ed autore di numerosi libri dedicati alle vetture italiane – è, invece, stato premiato dal Barchetta Club Italia per il suo libro “Fiat barchetta. 1995-2005”, l'unico interamente dedicato alla piccola ed amata spider torinese. Il sodalizio che ne raccoglie proprietari ed appassionati ha voluto nominarlo socio onorario come riconoscimento per il suo lavoro.



Edoardo Ferrero è nato a Torino nel 1974, Edoardo Ferrero è affetto da “centotrentismo” acuto dall’età di quattro anni. La patologia si è poi rivelata cronica spingendolo a collezionare tutto ciò che riguarda la Fiat 130: dalle berline e coupé in scala 1:1 all’automobilia più estrema ed introvabile. L’amore per il cinema e la cronaca ha fatto il resto!


Alessandro Sannia è uno dei maggiori esperti di vetture Fiat, studioso della storia della casa torinese e autore di numerosissimi libri sull'argomento. E' il curatore della collana “Historica” e di un imponente lavoro di ricerca dedicato ai carrozzieri italiani.


[Circa 1.100 + 350 + 250 battute spazi inclusi]






Immagini allegate:


Alessandro Sannia ed Edoardo Ferrero con la Fiat 130.




Alessandro Sannia nello stand del Barchetta Club Italia., con il prototipo Dedica